IL BENESSERE ATTRAVERSO LE EMOZIONI: LA RABBIA

Pubblicato il Pubblicato in GUARIGIONE E TRASFORMAZIONE, LAVORO SUL CORPO ED ENERGIA

IL BENESSERE ATTRAVERSO LE EMOZIONI: LA RABBIA

La scorsa settimana, nel blog ho parlato della detossinazione, non solo da un punto di vista fisico. Ho parlato dell’aspetto legato ad un detox che fosse anche emozionale e che ci riportasse ad un concetto di unità rispetto alla nostra vita, perché sono certa che il benessere completo, il benessere a 360° sia il risultato di più azioni congiunte fatte su diversi livelli.

Ippocrate, considerato il padre della medicina disse: “Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo”. Ora, io sono assolutamente d’accordo con questa affermazione, ma forse va un po’ rivista alla luce della vita che stiamo vivendo in questo preciso momento.

Ai tempi di Ippocrate era senz’altro vera questa frase, ma oggi possiamo dire che sia sufficiente mangiare bene per stare altrettanto bene? Ahimè non credo che sia più così. Possiamo dire però che mantenere un’alimentazione corretta aiuta sicuramente il nostro benessere. Ma che succede se mi impegno su questo fronte, mangio bene, magari compro anche tutto biologico, insomma conosco di alimentazione, studio, mi informo e pratico, ma non nutro bene il mio corpo dal punto di vista emotivo?

 

 

IL BENESSERE A 360°

IL BENESSERE ATTRAVERSO LE EMOZIONI: LA RABBIA

 

Un aspetto che spesso mi trovo ad affrontare con i miei clienti è proprio legato a “tutto” quello che si può fare per stare davvero bene.

La Salute è data da un insieme di aspetti, tutti concorrono al nostro benessere e tutti sono importantissimi. Nutrirsi bene non è qualcosa che ha a che fare sono con il cibo che mangio, ma è molto di più. Ha a che fare con i pensieri che ho e con le emozioni che vivo.

Mi capita di affrontare spesso l’argomento emozioni e trovare una sorta di reticenza da parte de clienti a lavorare su questo aspetto. Troppo si è scritto su questa distinzione assolutamente “non veritiera” tra emozioni negative e positive. Aaaahhh la mente duale! Questa cattiva abitudine della mente a classificare quello che “non ci piace” o che “non sappiamo controllare” come negativo. Tra le emozioni negative c’è sicuramente la rabbia fortemente demonizzata da tutti. Ora provate per un attimo a pensare potete forse arrabbiarvi liberamente nella vostra vita? E se sì in quali contesti e quando?

 

 

LA RABBIA

Fin da bambini ci è stato insegnato che la rabbia non è una cosa buona ed è meglio evitarla.

Sbagliato.

La rabbia di per sé non è né positiva né negativa, le emozioni sono un fatto fisiologico, la risposta agli stimoli dell’ambiente esterno. Esse avvengono nel corpo e quando le lasciamo fluire hanno una durata brevissima. Quindi qual è il problema?

Il problema si verifica quando le tratteniamo e lasciamo che quella energia, quella forza di cui sono dotate diventi distruttiva dentro di noi e vada a colpire i nostri organi. Già avete letto bene. Le espressioni verbali non sono casuali. La classica frase: “Ho il fegato gonfio di rabbia” ne è un esempio.

Pertanto, se anche mangiate sano e usate integratori per depurare il vostro amato fegato, ma la situazione che vivete al lavoro o in famiglia ve lo fa gonfiare (quindi vi arrabbiate e trattenete quella emozione), in questo caso di sicuro il cibo non sarà per voi medicina. Servirà qualcosa di più completo, servirà un lavoro per cambiare completamente l’alimentazione e affacciarsi ad un nuovo stile di vita. Servirà un lavoro corporeo, energetico e meditativo. Così sulla base della mia esperienza personale e professionale è nato questo percorso che lavora su tutti questi aspetti: l’Emotional Body Detox.

 

IL BENESSERE ATTRAVERSO LE EMOZIONI: LA RABBIA

 

Un percorso per andare sempre più al centro di te e per ottenere un benessere completo e sempre più duraturo. Uno stile di vita completamente differente.

 

Vuoi approfondire di più? Leggi qui e scrivimi a info@orianarussi.it.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *