LIBERARSI DAL TRAUMA

LA VIA DEL BENESSERE

 

LIBERARSI DAL TRAUMA è un percorso ideato e studiato sulla base della mia esperienza personale e professionale in particolare rispetto ai temi del trauma, dello shock e delle cicatrici di qualunque tipo e natura.

Uno dei problemi principali del trauma risiede nella sua “difficile identificazione”. È facile infatti pensare al trauma come qualcosa che ci accade e le cui forme più comuni sono solite derivare da incidenti, stradali e non, malattie gravi, perdita di persone care, eventi catastrofici, violenze. Ma la vera insidia del trauma risiede spesso nel suo mancato riconoscimento. Tutti noi siamo stati dotati di un sistema in grado di sopportare “un certo livello di stress”, oltre il quale non lo viviamo più semplicemente, ma entriamo nell’ambito dello shock e trauma. Possono, ad esempio, essere identificati con difficoltà, poiché ritenuti “normali” in una società ad alta medicalizzazione, i traumi derivanti da tagli cesarei o episiotomie, laddove non necessari. Traumi che non ricevono un’adeguata risposta e contenimento dal mondo circostante proprio perché ritenuti tali.

Questo percorso nasce proprio con l’intenzione di voler fornire una risposta e una chiave per supportare tutte le persone che presentano una serie di sintomi “inspiegabili” e di difficile interpretazione, confusi spesso con altre problematiche e che invece, attraverso un lavoro corporeo rivelano la presenza di un trauma.

Il corpo diventa così la via e lo strumento per liberare un’energia, bloccata e trattenuta lì, da un evento che non si è compiuto. Ed è proprio quella energia liberata che tornerà disponibile alle risorse di autoguarigione di cui ciascuno di noi è naturalmente dotato.

 

PER CHI È INDICATO: per tutte le persone consapevoli o meno di aver subito un trauma (incidenti, malattie, tagli cesarei, episiotomie, interventi chirurgici, nascita con un parto difficile, etc. etc.) che avvertono dei malesseri poco chiari o che hanno comportamenti e pensieri ripetitivi o paure apparentemente ingiustificate o senza motivo e che desiderano fare luce e chiarezza per liberarsi e tornare a vivere una vita, piena, e completa.

 

COME FUNZIONA: il percorso prevede un primo colloquio conoscitivo, durante il quale svolgiamo un’indagine degli eventi potenzialmente traumatici. Il percorso prosegue con una serie di trattamenti ad approccio corporeo energetico (tra i quali il cranio sacrale, attraverso cui avviene la stimolazione della forza vitale e si invita la manifestazione della spontanea capacità dell’organismo di autoregolarsi per raggiungere l’equilibrio, l’omeostasi e liberare l’energia vitale trattenuta) e altri esercizi volti al rilascio del trauma.

ATTENZIONE: il percorso non è di natura né medica, né psicologica, ma si avvale solo del lavoro corporeo come mezzo di liberazione della forza vitale e risoluzione del disagio.

 

COSA TI DÀ: l’opportunità di rientrare in contatto con il tuo corpo e di riconnetterti per liberare la tua forza vitale al fine di migliorare sintomi corporei “psicosomatici” e di fornirti nuova energia e benessere.

 

Per qualunque altra informazione e per lavorare con me scrivimi subito a info@orianarussi.it

 

“Il trauma è una parte del naturale processo fisiologico, al quale non è stato semplicemente consentito di essere completato”. Peter Levine

“Trovare la salute dovrebbe essere l’obiettivo del medico. Chiunque è capace di scoprire la malattia”. Andrew Taylor Still

 

 

Voglio raccontarti una storia…

“Il caso di Brenda” – tratto da Craniosacrale principi ed esperienze terapeutiche di Michael Kern

“Brenda, una donna d’affari e di successo, poco più che trentenne, soffriva di claustrofobia. Aveva molta paura di volare…a volte addirittura vomitava. Raccontò che la sua nascita era stata lunga e difficile: era rimasta incastrata nel canale del parto ed era quasi morta nel processo. La fonte della sua sofferenza era la nascita difficoltosa?… lavorammo con questi schemi con regolari sedute per un periodo di circa un anno. Alcune sedute erano molto tranquille, mentre altre comprendevano…i livelli di shock presenti nel suo sistema…Brenda non soffrì più delle stesse terribili reazioni agli spazi chiusi”.

 

Come lavoro: il mio metodo

Prezzi e modalità di pagamento